La ricetta per salvare la Roma-Lido


La ricetta per salvare la Roma-Lido


Ad agosto 2018 la dismissione dell’ultimo treno MA.100 “Freccia del Mare” dalla Roma-Lido deve destare attenzione circa la consistenza totale residua del materiale rotabile, nonché della sostenibilità dell’esercizio con durante l'anno scolastico 2018-2019, che stava per cominciare.

Questa la nostra ricetta per salvare la Roma-Lido.


Purtroppo non è possibile immaginare l’arrivo di una nuova flotta sia nell’immediato che nel prossimo futuro: solo a settembre di quest’anno la Regione Lazio pubblicherà il bando per l’acquisto di 11 convogli (5 per la Roma-Lido e 6 per la Roma-Civita Castellana-Viterbo).

Tra i tempi burocratici, di aggiudicazione e produzione, l’arrivo del primo treno nuovo non sarà prima del 2021.

È necessario pertanto che i soggetti istituzionali preposti agiscano tempestivamente da una parte con interventi di brevissimo termine per arginare la possibile crisi sistematica, dall’altra elaborando una soluzione-ponte in attesa dell’arrivo del nuovo materiale rotabile.

Tali palliativi dovranno necessariamente andare di pari passo al superamento della logica emergenziale.

Tutta la proposta in versione PDF scaricabile

Commenti