Danzando al limite del baratro - Lo storytelling del Ministero della Verità non ci salverà dal collasso

Nonostante gli esultatori di professione possiamo dire che, a prescindere da quello che ognuno di noi pensa, la situazione del trasporto pubblico è drammatica. Per cui preghiamo l'amministrazione capitolina di festeggiare meno e tentare di migliorare la situazione


Si può pensare che la scelta del concordato sia stata buona si può pensare che sia stata un errore.

Quello che non si può fare è esultare come se veramente il "sì" dei creditori al concordato segni la rinascita di Atac.

E l'esultanza è ancor più inopportuna se arriva da Sindaco e Assessore ai trasporti che ben conoscono le condizioni di trasporto allucinanti a cui sono e saranno costretti i cittadini romani.

E' l'ora di utilizzare i fondi stanziati dal ministero, è l'ora di cercare di fare chiarezza sui bus in arrivo, sia che siano a noleggio, sia che siano Consip, ma basta festeggiare per nulla.

Commenti